"

Marcella

Mi nutro di fotografia da quando avevo 14 anni, e dopo tutto questo tempo, la mia passione, il mio entusiasmo sono più vivi che mai. Ho studiato fotografia all’Istituto Europeo di Design e mi sono laureata in pittura all’Accademia di Belle Arti di Roma: tirando le somme, sono più di trent’anni che mi occupo di bellezza, armonia, composizione, luce. Fotografare per me non è mai stato semplicemente qualcosa da fare, ma un modo di relazionarmi con la realtà che mi circonda, una lente attraverso la quale guardare il mondo che non mi abbandona mai. Ho lavorato per un po’ nella moda, poi ho seguito la mia passione per le persone e le storie vere, mi piace mostrarle attraverso il filtro della mia visione creativa per far emergere la loro bellezza e la ricchezza della loro unicità, perché ognuno ha qualcosa di bello da raccontare.

Nel mio tempo libero mi piace cucinare per gli amici: mangiare insieme alle persone che amo è una delle cose che mi fa stare meglio. Mi piace viaggiare, staccarmi dal quotidiano, che sia sul divano in compagnia di un buon libro o su un aereo in compagnia di una valigia. Amo la natura, casa mia è piena di cactus, mi rilassa prendermi cura di loro, se potessi, vivrei in una casa/serra completamente invasa di piante.

"

Simona

Chi mi conosce sa che sono una persona allegra e piena di entusiasmo, con una grande passione per le arti visive. Sono sempre stata un’assidua frequentatrice di mostre; penso che dopo l’amore, non ci sia nulla che nutre lo spirito come l’arte. Il mio incontro con la fotografia è stato casuale ma prorompente: mi sono appassionata subito a questo mezzo che mi permetteva di fermare in un’immagine, la luce, la composizione, le atmosfere assorbite nel corso della mia mia vita. Quando ho cominciato a lavorare con Marcella, ho capito subito che ciò che mi interessava veramente è la relazione che si stabilisce con le persone che ritrai. In un mondo che corre veloce e distratto, fermarsi ad osservare qualcuno attraverso una macchina fotografica, ti permette di stabilire un contatto e una comprensione più intimi e tutto questo mi appaga più di ogni altra cosa.

Mi piace leggere, ascoltare buona musica, ma la cosa che mi rilassa di più in assoluto è nuotare: mi piace il rumore dell’acqua, il ritmo e la concentrazione che nuotare mi richiede. Mi appassiono per le cose complicate come la fisica quantistica e anche se so che non riuscirò mai a comprenderla pienamente, non posso fare a meno di esserne affascinata.

Il nostro lavoro

Fotografare un momento unico come un matrimonio, è una grande responsabilità, non può essere considerato un lavoro, non può essere routine.


Fotografare una coppia di sposi è prendersi cura delle loro emozioni, dei loro momenti di profonda intimità. Occorrono sensibilità, empatia e la delicatezza di comprendere le mille variazioni emotive che una giornata così genera.

Ci impegniamo per raccontare una giornata così speciale con sincerità e naturalezza. Seguiamo gli sposi tutto il giorno, dalla preparazione alla festa, cerchiamo di farlo con discrezione, ma la nostra presenza è attenta e costante. Non siamo focalizzate solo sui momenti istituzionali, amiamo i dettagli, i piccoli gesti che aggiungono significato e rendono ancora più preziosa questa giornata irripetibile.

Siamo consapevoli che il matrimonio, rispetto a qualche decennio fa, è cambiato molto, non è più una cerimonia formale con i parenti, ma è diventata una vera e propria festa da condividere con tanti amici. E’ un contenitore di emozioni, dettagli scelti con estrema cura, intrattenimento.

Per questo motivo crediamo che l’album tradizionale fatichi a contenere la ricchezza della giornata in un centinaio di scatti d’autore. Noi cerchiamo di non porre limiti al racconto di un giorno unico e irripetibile, perché sappiamo perfettamente che l’album è ciò che rimane tra le mani degli sposi a testimoniare le emozioni di un momento di vita che non tornerà più, e a farglielo rivivere ogni volta che lo sfogliano. Lavoriamo con la consapevolezza che ogni persona è diversa, ogni matrimonio è unico, non esistono regole bisogna attivare la propria sensibilità, il proprio istinto e seguire il flusso degli eventi. Viviamo a Roma, una delle città più belle e contraddittorie al mondo, ma ci spostiamo volentieri verso qualsiasi destinazione scegliate per celebrare le vostre nozze.